Immagine non disponibile

Archivio

L’Archivio storico dell’Istituto storico italiano per il Medioevo di Roma è stato dichiarato, il 7 febbraio 1992, di notevole interesse storico dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio, Ministero per i beni e le attività culturali, ai sensi del Dpr 1409/63 e posto sotto la vigilanza dello Stato quale fonte preziosa per la storia italiana. Raccoglie documentazione a partire dal 1883.

Il suo patrimonio documentario, soprattutto quello relativo ai primi anni dopo la costituzione (1883), ha subito pesanti dispersioni dovute probabilmente alla mancanza di una sede autonoma dell'Istituto storico fino al 1924. Inizialmente le riunioni si svolsero nelle abitazioni private dei presidenti in carica (Correnti, Tabarrini); l'Istituto fu poi ospitato nella sede del Ministero della Pubblica Istruzione (allora alla Minerva), a Palazzo Corsini, sede dei Lincei, e in seguito a Palazzo Chigi. Nel 1924 trovò sede definitiva nell'attuale ubicazione di Palazzo Borromini. La documentazione conservata, anche se incompleta, costituisce un importante patrimonio per ricostruire la storiografia medievistica italiana e non solo del Novecento e per delineare il ruolo ed il profilo culturale dell’Istituto storico.

Accesso alla consultazione e ai serviziPer la consultazione della documentazione è consigliabile concordare un appuntamento con la dott.ssa Marzia Azzolini. Agli studenti è richiesta una lettera di presentazione.
Modulo regolamento.


Per informazioni e appuntamenti:
archivio@isime.it

Orario 
lunedì-martedì-mercoledì: 8.30-15.00; giovedì-venerdì: 8.30-14.00