Immagine non disponibile

Censimento degli archivi degli storici italiani del XX secolo

L’Istituto Storico Italiano per l’Età Moderna e Contemporanea, in collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici, l’Istituto Italiano per la storia antica, l’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea, il Centro Archivistico della Scuola Normale Superiore di Pisa, il Dizionario Biografico degli Italiani, la Fondazione Luigi Einaudi, la rivista “Storia della storiografia” , promuove un censimento degli archivi degli storici italiani del XX secolo che troverà in un portale appositamente aperto presso l’Istituto uno strumento di raccolta e di circolazione dei dati.

Per l’avvio del censimento le istituzioni sopra ricordate inviano ad un numero assai largo di studiosi (attraverso i canali di comunicazione delle società scientifiche dell’area delle scienze umane e sociali) un questionario nel quale si chiedono informazioni relative ad ogni deposito archivistico attribuibile a storici italiani del XX secolo. Sarà poi cura del Comitato promotore selezionare e ritenere in vista della compilazione dei dati da inserire nel portale notizie degli archivi segnalati.

Si prega di tener conto che l’indicazione cronologica – XX secolo – è ovviamente indicativa e fa riferimento più al processo di professionalizzazione e istituzionalizzazione della disciplina che ad un preciso arco secolare e che l’interesse  è non solo per gli archivi dei docenti universitari di qualsiasi grado accademico, ma ancora per quelli di archivisti, bibliotecari, membri di comitati di direzione di riviste storiche, membri delle deputazioni di storia patria e di altre istituzioni che hanno lavorato nel campo della ricerca storica.

Il Comitato promotore del censimento degli archivi degli storici italiani rivolge poi un appello a tutte le colleghe e ai colleghi a prestare attenzione alla conservazione della propria documentazione di ricerca e di scrittura della storia, ad esempio attraverso il salvataggio accurato della posta elettronica personale e dei file relativi ai progetti di ricerca, alle richieste di finanziamento, alle schede di ricerca e ai saggi. E’ intenzione, infatti, del Comitato promotore di avviare un incontro sulla conservazione della documentazione digitale dei ricercatori italiani.

 Questionario:

1 - Soggetto creatore del deposito archivistico; professione principale, breve cronologia della vita e della carriera accademica o di altro genere

2 - Luogo – istituzione pubblica o sede privata - del deposito e anno di formazione dell’archivio

3 - Proprietà del deposito

4 - Consistenza – sommaria indicazione – delle carte e sommaria descrizione di esse

5 - Esistenza o meno di indici o inventari delle carte conservate. Se l’indice o inventario è stato pubblicato

6 - Accessibilità – integrale o parziale - delle carte agli studiosi ed eventuale digitalizzazione o scansione del materiale in deposito e indicazione di eventuali link

Le risposte al questionario devono essere inviate a iststor@libero.it, specificando nell’oggetto “censimento archivi storici italiani”.