Immagine non disponibile

dal 1934 in poi

Istituto storico italiano per il Medio evo

Il RDL 20 luglio 1934, n. 1226 istituisce il coordinamento degli Istituti nazionali di studi storici di Roma. L'Istituto storico italiano assume il titolo di Istituto storico italiano per il medio evo.
È previsto per l’Istituto Direttivo composto da un presidente e quattro membri nominati con decreto reale su proposta del capo di governo di concerto col ministro dell’Educazione Nazionale.

Il 10 agosto 1934 Pietro Fedele è nominato commissario per l’amministrazione straordinaria in attesa della nomina di un Consiglio direttivo dell’Istituto.

1935: due riunioni, nelle quali Fedele riveste la carica di regio Commissario.

Il 29 aprile 1935 sono nominati gli altri quattro membri del Direttivo: Ottorino Bertolini Carlo Calisse Vincenzo De Bartholomaeis Vincenzo Federici.

I riunione: 17 ottobre 1935
Presenti: Fedele, Presidente; Calisse, Federici, De Bartholomaeis, Bertolini, consiglieri Funge da segretario Giuseppe Zucchetti; da tesoriere A. P. Torri.

II riunione: 5 giugno 1936
Fedele, presidente; Federici, De Bartholomaeis, Bertolini, consiglieri Si giustifica Calisse Zucchetti, segretario; Torri, tesoriere.

III riunione: 26 gennaio 1937
Fedele, Presidente; Calisse, De Bartholomaeis, Federici, Bertolini, consiglieri Fedele espone il nuovo regolamento della Scuola nazionale di studi medievali. A norma del nuovo ordinamento dell’Istituto bisogna nominare due revisori dei conti e Fedele propone Ferruccio Gabellini del Poligrafico dello Stato e Pietro Raffa, caposezione della Ragioneria dello Stato.

Le riunioni quindi si susseguono con un ritmo in genere semestrale fino al 17 luglio.

1 giugno 1943
Per la morte di Pietro Fedele la riunione è convocata da Carlo Calisse, già scelto come suo successore, ma il cui decreto di nomina non è ancora arrivato Sono presenti i consiglieri Federici, Bertolini, Raffaello Morghen (anche il suo decreto di nomina non è ancora arrivato).

9 ottobre 1943
Si riuniscono i soli membri residenti a Roma: Federici (facente funzione di Presidente), Bertolini, Morghen, consiglieri Funge da segretario sempre Zucchetti, ed è tesoriere Alberto Paolo Torri.

Il Consiglio si riunisce anche: 
il 28 dicembre 1943
il 14 gennaio 1944 (Bertolini è nominato direttore della biblioteca)
il 21 gennaio 1944
il 15 aprile 1944 (sono nominati due revisori dei conti: Enrico Carusi e il comm. Wesserman, amministratore dell’Accademia dei Lincei)
il 28 aprile 1944
il 19 aprile 1944
il 30 maggio 1944
il 16 giugno 1944 (funge da segretario Roberto Valentini)
il 15 luglio 1944

7 settembre 1944
Calisse Presidente; Bertolini, Morghen, consiglieri. 
Segr. Zucchetti.

6 ottobre 1944
Federici, Morghen, Bertolini. 
Segr. Valentini.

29 novembre 1944
Calisse Presidente, Federici consigliere. 
Segr. Valentini.
Gaetano De Sanctis è stato nominato commissario per la Giunta e quindi per gli Istituti storici, ma, essendo ancora in carica Calisse come presidente dell’Istituto storico italiano per il Medio Evo, De Sanctis non assume la carica di commissario per l’Istituto.

5 dicembre 1944
Calisse, Presidente; Morghen, consigliere. 
Si giustificano Federici e Bertolini. 
Segr. Zucchetti.

Altre riunioni si tengono il 16 dicembre 1944 e il 9 gennaio 1945.

17 aprile 1945
Federici sostituisce il Presidente assente. 
Sono presenti i consiglieri Morghen e Bertolini.

11 luglio 1945
Per la morte di Calisse l’Istituto è commissariato. 
Gaetano De Sanctis è nominato Commissario. 
Sono presenti alla riunione: i consiglieri Federici, Morghen, Bertolini e inoltre Giorgio Falco e Giuseppe Ermini, quali consulenti Segr. Zucchetti; Torri, tesoriere.

Si susseguono altre riunioni con gli stessi consiglieri: 
24 ottobre 1945
11 ottobre 1946
31 ottobre 1947: si giustifica Falco, che nel frattempo si è trasferito a Torino.
16 luglio 1948 : è assente Ermini. 
10 ottobre 1949: sono assenti Federici ed Ermini. 
18 ottobre: è assente Federici.
21 dicembre: sono assenti Federici ed Ermini.

4 aprile 1950: De Sanctis commissario e i consiglieri Federici, Bertolini, Morghen. 
È presente anche Aldo Ferrabino, mentre si giustifica Ermini Segr. Valentini.

23 gennaio 1951
De Sanctis, commissario; Morghen, consigliere Sono presenti Ermini e Ferrabino. 
Si giustificano Bertolini e Federici.

23 aprile 1952
Terminato il commissariamento dell’Istituto, è nominato Presidente Raffaello Morghen Consiglieri: Bertolini, Francesco Cognasso, Francesco Calasso, Franco Bartoloni Funge da segretario Raoul Manselli. 
Sono rivolti calorosi ringraziamenti a Gaetano De Sanctis, che ha terminato la sua funzione di Commissario.

24 giugno 1952
Morghen, Presidente; Bartoloni, Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri. 
Funge da segretario Manselli, comandato presso l’Istituto ai sensi del r.d.l.1343 del 16 luglio 1925. È bibliotecario Arsenio Frugoni.

27 luglio 1953
Morghen, Presidente; Bartoloni, Bertolini, Calasso, Cognasso Si giustifica Cognasso Segr. Manselli Wanda Cherubini aiuto-segretaria.

16 gennaio 1954; 12 giugno 1954; 10 gennaio 1955; 21 gennaio 1956; 30 giugno 1956. 
La composizione del Consiglio direttivo non varia; funge sempre da segretario Manselli coadiuvato da Cherubini.

1 aprile 1957
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, consiglieri. 
Poiché nel novembre 1956 è morto Bartoloni, è nominato al suo posto Giorgio Falco. Si giustifica Cognasso. Segr. Manselli.

21 ottobre 1957
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Falco, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Manselli.

27 gennaio 1959
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri Si giustifica Falco, che presenta le sue dimissioni per ragioni di salute. Dimissioni respinte. Segr. Manselli.

13 febbraio 1960
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri. Si giustifica Falco. Manselli ha vinto il concorso universitario; è comandato al suo posto come segretario Nicola Cilento, mentre Manselli è nominato Segretario generale.

29 ottobre 1960
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri. Si giustifica Falco. Segr. Cilento.

5 aprile 1961
Morghen, Presidente; Bertolini e Calasso, consiglieri. Si giustificano Cognasso e Falco. Segr. Cilento.

10 giugno 1961
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri. Si giustifica Falco. Segr. Cilento.

10 novembre 1961 .
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri Si giustifica Falco, il quale presenta nuovamente le sue dimissioni, che sono respinte. Sono nominati Consiglieri aggiunti del Consiglio Raoul Manselli e Arsenio Frugoni. Wanda Cherubini è nominata segretaria amministrativa, essendo risultata vincitrice di concorso nazionale. Segr. Cilento

5 luglio 1962
Morghen, Presidente; Calasso e Cognasso consiglieri. Si giustificano Bertolini e Falco. Assistono Frugoni e Manselli nominati l’uno Segretario Generale e l’altro Segretario per i R.I.S. Segr. Cilento.

7 giugno 1963
Morghen, Presidente; Bertolini, Calasso, Cognasso, consiglieri. Si giustifica Falco. Assistono Frugoni, Manselli. Segr. Cilento. Viene dato mandato al Presidente di nominare due revisori dei conti.

13 giugno 1964
Morghen, Presidente; Bertolini e Calasso, consiglieri. Si giustificano Falco e Cognasso. Assistono Frugoni e Manselli, consiglieri aggiunti. Segr. Cilento. Ovidio Capitani si dimette dall’incarico di Bibliotecario, riassume l’incarico Frugoni. Sono nominati revisori dei conti: dr. Mario Pasini, Dir. Amm. dell’Accad. dei Lincei, dr. Giacomo Palumbo Dir. Rag. Archivi di Stato.

27 ottobre 1964
Morghen, Presidente; Bertolini e Cognasso, consiglieri. Si giustificano Calasso e Falco. Assistono Frugoni e Manselli. Segr. Cilento.

11 dicembre 1965
Morghen, Presidente; Cognasso e Bertolini, consiglieri. Sono presenti Manselli e Frugoni, che assume le funzioni di segretario in assenza di Cilento. È morto Calasso. Nuova lettera di dimissioni di Falco, ma si aspetta di sapere se siano irrevocabili, prima di decidere. Si parla di una relazione dei revisori dei conti, favorevole. Viene fatta la proposta di aggregare al Consiglio un gruppo di professori di storia medievale a titolo di esperti.

2 dicembre 1966
Morghen, Presidente; Cognasso e Bertolini, consiglieri. Assistono Frugoni e Manselli. Segr. Cilento. È morto Falco. Morghen propone di suggerire al Direttore Generale per gli Archivi e le Biblioteche i nomi di Frugoni e Manselli come Consiglieri al posto di Calasso e Falco. Si designano come membri aggregati a piena parità, ma con voto solo consultivo: Ernesto Pontieri, Ernesto Sestan, Eugenio Duprè Theseider, Giuseppe Martini, Giovanni Tabacco, Gina Fasoli, Cinzio Violante.

10 marzo 1967
Morghen, Presidente; Cognasso e Bertolini, consiglieri. Segr. Cilento. Il decreto di nomina per Manselli e Frugoni è alla firma del Presidente della Repubblica. Il Ministero della Pubblica Istruzione comunica che nulla osta alla nomina dei consiglieri aggregati.

13 novembre 1967
Morghen, Presidente; e i consiglieri Bertolini, Cognasso, Frugoni, Manselli. Essendo giunta la conferma da parte del Ministero che si possono nominare membri aggregati con voto solo consultivo, senza contraddire le norme del D.L. costitutivo dell’Istituto, sono proposti nuovamente i nomi di Pontieri, Duprè Theseider, Fasoli, Tabacco, Violante, e inoltre quelli di Giorgio Cencetti, Bruno Paradisi, Giuseppe Billanovich, Michele Maccarrone, Agostino Pertusi, Paolo Brezzi.

6 maggio 1968
Morghen, Presidente; e i consiglieri Bertolini, Cognasso, Frugoni, Manselli. Segr. Cilento. Sono presenti i consiglieri aggregati: Brezzi, Maccarrone, Pontieri, Violante.

22 novembre 1968
Morghen, Presidente; Bertolini, Frugoni, Manselli, consiglieri. Sono presenti i consiglieri aggregati Brezzi, Duprè Theseider, Fasoli, Maccarrone, Pertusi, Pontieri, Tabacco, Violante. Funge da segretario Isa Lori Sanfilippo, comandata quale segretaria dell’Istituto al posto di Cilento dimissionario dopo aver vinto il concorso di storia medievale.

29 marzo 1969
Presenti tutti i membri del Consiglio, più i consiglieri aggregati Billanovich, Brezzi, Cencetti, Maccarrone, Pertusi, Tabacco Si giustificano Duprè, Fasoli, Paradisi, Pontieri, Violante. Segr. Lori Sanfilippo.

25 febbario 1970
Morghen, Presidente; Bertolini, Frugoni, Manselli, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

3 novembre 1970
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Agostino Pertusi, nominato al posto di Frugoni scomparso il 30 marzo 1970. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

27 febbraio 1971
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Sono presenti i Consiglieri aggregati Billanovich, Brezzi, Duprè, Fasoli, Maccarrone, Paradisi, Pontieri, Tabacco, Violante. Segr. Lori Sanfilippo. È morto Giorgio Cencetti; sono cooptati come consiglieri aggregati Girolamo Arnaldi, Ovidio Capitani, Giulio Battelli.

3 giugno 1971
Morghen, Presidente; Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustificano Bertolini, Cognasso. Sono presenti i Consiglieri aggregati Arnaldi, Battelli, Billanovich, Brezzi, Capitani, Duprè, Fasoli, Maccarrone, Tabacco, Violante. Segr. Lori Sanfilippo. Sono cooptati Gustavo Vinay, Alessandro Pratesi e Claudio Leonardi.

22 settembre 1971
Morghen, Presidente; Bertolini e Manselli, consiglieri. Si scusano Cognasso, Pertusi. Sono presenti i Consiglieri aggregati Arnaldi, Battelli, Billanovich, Brezzi, Capitani, Pratesi, Tabacco, Vinay. Si giustificano Duprè, Fasoli, Maccarrone, Paradisi, Pontieri, Violante. Segr. Lori Sanfilippo. Cognasso presenta le sue dimissioni, motivandole con la sua tarda età. Le dimissioni non sono accettate.

27 novembre 1971
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

24 marzo 1972
Morghen, Presidente; Bertolini e Manselli, consiglieri. Si giustificano Cognasso e Pertusi. Segr. Lori Sanfilippo.

8 aprile 1972 (la riunione si tiene a Spoleto)
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Sono presenti i Consiglieri aggregati Arnaldi, Battelli, Brezzi, Capitani, Fasoli, Leonardi, Maccarrone, Paradisi, Pratesi Segr. Lori Sanfilippo.

7 giugno 1972
Morghen, Presidente; Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustificano Cognasso, Bertolini. Sono presenti i Consiglieri aggregati Arnaldi, Battelli, Brezzi, Capitani, Dupré, Leonardi,, Maccarrone, Vinay, Violante. Si scusano Billanovich, Fasoli, Pontieri, Pratesi, Paradisi, Tabacco. Segr. Lori Sanfilippo.

2 dicembre 1972
Morghen, Presidente; Manselli e Pertusi, consiglieri. Si giustificano Bertolini, Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

4 giugno 1973
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

16 febbraio 1974 (a casa di Ottorino Bertolini)
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

17 giugno 1974
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo.

14 febbraio 1975
Morghen, Presidente; Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Cognasso. Segr. Lori Sanfilippo. Cognasso presenta nuovamente le sue dimissioni, che questa volta sono accettate. Si propone il nome di Arnaldi come suo successore. È istituito il Ministero dei Beni Culturali e Ambientali; l’Istituto passa sotto la sua vigilanza dall’1 gennaio 1975.

2 febbraio 1976 (a casa di Ottorino Bertolini)
Morghen, Presidente Girolamo Arnaldi, Bertolini, Manselli, Pertusi, consiglieri. Segr. Wanda Cherubini, Segretaria Amministrativa dell’Istituto.

13 dicembre 1976
Morghen, Presidente; Arnaldi, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Bertolini. Segr. Lori Sanfilippo.

18 febbraio 1977
Morghen, Presidente; Arnaldi, Manselli, Pertusi, consiglieri. Si giustifica Bertolini. Segr. Lori Sanfilippo.

18 dicembre 1977
Morghen, Presidente; Arnaldi e Manselli, consiglieri. Si giustifica Pertusi. È scomparso Bertolini. Segr. Lori Sanfilippo.

17 aprile 1978
Morghen, Presidente; e i consiglieri Arnaldi, Manselli, Ovidio Capitani, nominato al posto di Bertolini. Si giustifica Pertusi. Segr. Lori Sanfilippo. Capitani si assume il compito della direzione del Bullettino, coadiuvato da Lori Sanfilippo.

11 luglio 1978
Morghen, Presidente; Arnaldi, Manselli, Capitani, consiglieri. Si giustifica Pertusi. Segr. Lori Sanfilippo.

11 dicembre 1978
Morghen, Presidente; Arnaldi, Manselli, Capitani, consiglieri. Si giustifica Pertusi. Segr. Lori Sanfilippo.

24 febbraio 1979
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, consiglieri Segr. Lori Sanfilippo. È morto Agostino Pertusi. Si propone per coprire il posto vacante il nome di Cinzio Violante.

26 ottobre 1979
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

1 marzo 1980
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Violante, consiglieri. Si giustifica Manselli. Segr. Lori Sanfilippo.

24 settembre 1980
Morghen, Presidente; Arnaldi, Manselli, Violante, consiglieri. Si giustifica Capitani. Segr. Lori Sanfilippo.

13 dicembre 1980
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

2 marzo 1981
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, Violante, consiglier.i Segr. Lori Sanfilippo.

9 dicembre 1981
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

23 aprile 1982
Morghen, Presidente; Capitani, Manselli, Violante, consiglieri. Si giustifica Arnaldi. Segr. Lori Sanfilippo.

3 luglio 1982
Morghen, Presidente; Arnaldi, Capitani, Manselli, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo. Morghen comunica la decisione di presentare le dimissioni e fa un bilancio della situazione in cui si trova l’Istituto. I presenti tentano di farlo recedere dalla sua decisione e poi ne prendono atto.

15 dicembre 1982
Girolamo Arnaldi, Presidente; Manselli e Capitani, consiglieri. Si giustifica Violante. Segr. Lori Sanfilippo.

2 maggio 1983
Arnaldi, Presidente; Manselli, Capitani, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo. Proposto il nome di Tabacco come consigliere.

22 settembre 1983
Arnaldi, Presidente; Manselli e Capitani, consiglieri. Si giustifica Violante. Segr. Lori Sanfilippo. Raffaello Morghen è scomparso il 26 maggio.

20 novembre 1983
Arnaldi, Presidente; Capitani, Manselli, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

5 febbraio 1984
Arnaldi, Presidente; Capitani, Manselli, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

14 aprile 1984
Arnaldi, Presidente; Manselli, Tabacco, Violante, consiglieri. Si giustifica Capitani. Segr. Lori Sanfilippo.

21 novembre 1984
Arnaldi, Presidente; Violante, Capitani, Tabacco, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo. È morto Manselli il 20 novembre. Viene proposto il nome di Claudio Leonardi quale consigliere.

19 gennaio 1985
Arnaldi, Presidente; Violante, Capitani, Tabacco, consiglieri. Segr. Lori Sanfilippo.

5 giugno 1985
Arnaldi, Presidente; Violante e Tabacco, consiglieri. Si giustificano Capitani e Leonardi, che è stato nominato a marzo. Segr. Lori Sanfilippo.

1 maggio 1986
Arnaldi, Presidente; Capitani e Tabacco, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Violante. Segr. Lori Sanfilippo. Isa Lori Sanfilippo è nominata Segretario generale, e, oltre ai compiti scientifici finora svolti, le vengono affidate la direzione amministrativa dell’Istituto e quella del personale.

31 ottobre 1986
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Dall’1 ottobre Marta Gianni Orioli coadiuva Wanda Cherubini in biblioteca.

25 gennaio 1987
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, consiglieri. Si giustifica Violante. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

20 giugno 1987
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Dimissioni di Capitani da direttore del Bullettino; assume l’incarico il Presidente stesso, sempre coadiuvato da Lori Sanfilippo.

23 maggio 1988
Arnaldi, Presidente; Tabacco e Violante, consiglieri. Si giustificano Capitani e Leonardi. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Proposta di associare al Presidente Paolo Delogu nella direzione del Bullettino e Massimo Miglio nella direzione degli Studi Storici. Proposta di inquadramento del personale in un organico, di cui per ora fa parte solo Wanda Cherubini.

30 giugno 1988
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, consiglieri. Si giustifica Violante. Segr. gen. Lori Sanfilippo. È presentato un abbozzo di organico.

24 ottobre 1988
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

22 settembre 1989
Arnaldi, Presidente; Tabacco e Violante, consiglieri; è presente anche Miglio, nominato consigliere aggiunto insieme a Delogu. Si giustificano Capitani, Leonardi, Delogu. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Capitani ha inviato una lettera di dimissioni, sulle quali non si prende per ora una decisione.

21 dicembre 1989
Arnaldi, Presidente; Leonardi, Tabacco e Violante, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Si giustifica Capitani. Segr. gen Lori Sanfilippo. Viene definito l’organico con mansioni e profili. L’organico è composto da Wanda Cherubini, funzionario capo (IX qualifica); Marta Gianni Orioli, con incarico di collaborazione in biblioteca e nelle attività scientifiche (VIII qualifica); Claudio Evangelista, con incarico di collaborazione nell’amministrazione (VII qualifica); Anna Maria Rosci, con incarico di collaborazione nell’amministrazione (VII qualifica); Pietrina Manghino, operatore di amministrazione (V qualifica); Mirella Mariotti, operatore di amministrazione (V qualifica); restano vacanti due posti nell’organico destinati alla IV qualifica.

13 febbraio 1991
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco, Violante, consiglieri; Miglio, consigliere aggiunto. Si giustifica Leonardi. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

15 giugno 1991
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, Violante, consiglieri. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

10 febbraio 1992
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, Violante, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Si richiede al Ministero dei Beni Culturali il consenso ad un allargamento dell’organico.

3 luglio 1992
Arnaldi, Presidente; Leonardi e Tabacco, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Si giustificano Capitani e Violante. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Wanda Cherubini chiede di essere collocata a riposo con l’1gennaio 1993. Si prevede il concorso per coprire un posto in organico.

20 ottobre 1992
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Si giustifica Violante. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

13 marzo 1993
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco, consiglieri; Miglio, consigliere aggiunto. Si giustificano Violante e Delogu. Segr. gen. Lori Sanfilippo. Marta Gianni Orioli passa a tempo pieno e subentra a Wanda Cherubini andata in pensione e si prevede che Claudio Evangelista passi all’VIII livello con mansioni attinenti all’amministrazione. Si accelera la richiesta per un concorso a due posti di VII qualifica con mansioni di biblioteca. Sono definiti i compiti del Segretario generale.

19 giugno 1993
Arnaldi, Presidente; Tabacco e Violante, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Si giustificano Capitani e Leonardi. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

13 febbraio 1994
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco e Violante, consiglieri; Delogu e Miglio, consiglieri aggiunti. Si giustifica Leonardi. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

11 aprile 1994 (Spoleto)
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco e Violante, consiglieri. Si giustifica Leonardi. Segr. gen. Lori Sanfilippo.

14 giugno 1994
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco e Violante, consiglieri. Si giustifica Leonardi. In assenza di un segretario verbalizzatore verbalizza Capitani, che afferma che il compito spetta al funzionario capo - secondo il mansionario (ROP, art. 5, comma 2) - e non al segretario generale. È varato il concorso per i due posti scoperti in organico.

25 marzo 1995
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Violante. Segretario verbalizzatore il funzionario Capo, Marta Gianni Orioli. Si conferma l’invito a presenziare alle sedute come consulenti senza diritto al voto per P. Delogu, Isa Lori Sanfilippo, M. Miglio e lo si estende a Severino Caprioli, quale esperto giuridico. Si propone per le esigenze dell’Istituto una variazione dell’organico: i due IV livelli dovrebbero diventare VI.

12 giugno 1995
Arnaldi, Presidente; Capitani, Tabacco e Violante, consiglieri. Si giustifica Leonardi. Segr. Gianni Orioli. Sono presenti inoltre Caprioli, Lori Sanfilippo, Miglio. Stabiliti i compiti del personale in organico, non è più necessario che Lori Sanfilippo sia preposta all’amministrazione e al personale; si stabilisce che continuerà a curare tutto il settore del le pubblicazioni dell’Istituto.

12 febbraio 1996
Arnaldi, Presidente, Capitani e Violante, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Presenti inoltre Lori Sanfilippo, Delogu e Caprioli. Lori Sanfilippo annuncia l’intenzione di andare in pensione l’1 settembre.

3 luglio 1996
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi e Tabacco, consiglieri. Si giustifica Violante.Segr. Gianni Orioli. Espletato il concorso per i due posti in organico, questi sono coperti dal 16 aprile da Cristina Farnetti e Anna Maria Velli. Terminato il periodo di assunzione in prova (iniziato l’1 gennaio, a seguito di delibera d’urgenza da parte della Presidenza) Federica Colandrea e Pietro Piemontese passano in ruolo.

3 marzo 1997
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi e Violante, consiglieri. Si giustifica Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Cessato il comando di Isa Lori Sanfilippo l’1 settembre 1996, il presidente comunica la volontà di tramutare il comando ex lege nr. 1343 del 16 luglio 1925 in un comando soggetto alle norme che regolano la Scuola nazionale di studi medievali.

1 luglio 1997
Arnaldi, Presidente; Leonardi e Violante, consiglieri. Si giustificano Capitani e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Accettazione da parte del Ministero vigilante a che i posti di IV livello siano mutati in VI. Si concede il nulla osta a Claudio Evangelista, che chiede di passare ad altro ente.

24 novembre 1997
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Tabacco e Violante consiglieri. Segr. Gianni Orioli. Passato ad altro ente Evangelista, le sue mansioni saranno svolte da Colandrea e Rosci.

23 marzo 1998
A) Riunione amministrativa - Arnaldi, Presidente; Capitani e Tabacco, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Violante. Segr. Gianni Orioli.
B) Riunione scientifica -Presenti: Arnaldi, Capitani, Tabacco Caprioli, Delogu, Lori Sanfilippo, Miglio. Segr. verbalizzatore Colandrea. Si programmano le pubblicazioni.

17 giugno 1998
Arnaldi, Presidente; Leonardi e Violante, consiglieri. Si giustificano Capitani e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Si decide che Pietro Piemontese coadiuvi nell’amministrazione Rosci e Colandrea.

21 dicembre 1998
Arnaldi, Presidente; Capitani e Leonardi, consiglieri. Si giustificano Tabacco e Violante. Segr. Gianni Orioli.

29 marzi 1999
Arnaldi, Presidente; Capitani e Violante, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Tabacco. Segr. Gianni Orioli.

8 luglio 1999
Arnaldi, Presidente; Capitani e Leonardi, consiglieri. Si giustificano Tabacco e Violante. Segr. Gianni Orioli. Nuovo inquadramento del personale con indicazione delle mansioni specifiche per ognuno.

24 novembre 1999
Arnaldi, Presidente; Capitani e Leonardi, consiglieri. Si giustificano Tabacco e Violante. Segr. Gianni Orioli. È previsto il riordino degli enti pubblici nazionali. Arnaldi propone uno schema a rete per gli Istituti storici. Anna Maria Rosci presenta le sue dimissioni a partire dall’1 gennaio 2000.

22 giugno 2000
Arnaldi, Presidente; Leonardi e Violante, consiglieri. Si giustificano Capitani e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Approvato concorso interno per passaggio di ruolo di Colandrea e Piemontese. Arnaldi illustra il progetto relativo alla futura normativa relativa agli Istituti.

14 novembre 2000
Arnaldi, Presidente; Capitani, Leonardi, Violante, consiglieri. Si giustifica Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Il concorso interno è superato da Colandrea e Piemontese, che passano di ruolo e analogamente Manghino e Mariotti passano al livello superiore. Mariotti chiede di essere collocata a riposo a partire dall’1 gennaio 2001. Si concede a Piemontese l’autorizzazione a passare ad altro ente.

13 febbraio 2001
Riunione straordinaria - Arnaldi, Presidente, Capitani e Leonardi, consiglieri. Si giustificano Violante e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Marta Gianni Orioli comunica di aver presentato le sue dimissioni in data 27 gennaio.

12 marzo 2001
Arnaldi, Presidente, Capitani e Leonardi, consiglieri. Si giustificano Violante e Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Arnaldi motiva le dimissioni da Presidente da lui presentate il 25 febbraio al Ministero; Propone il nome di Massimo Miglio quale suo successore.

3 luglio 2001 Presidente: Massimo Miglio (nomina 18 aprile 2001). Consiglieri: Capitani e Leonardi; si giustifica Tabacco assente per motivi di salute. Cinzio Violante è morto a marzo. Segr. Gianni Orioli. È presente anche Arnaldi su invito del Presidente Miglio.

26 novembre 2001
Miglio, Presidente; Capitani, Leonardi, Giorgio Inglese (nominato al posto di Violante) consiglieri. Si giustifica Tabacco. Segr. Gianni Orioli. Il Presidente annuncia di avere costituito un comitato scientifico per il Bullettino e di averne nominato segretario Amedeo De Vincentiis. Si specifica l’attuale pianta dell’organico (B2: Facchini; B3: Manghino, Minorenti; C3: Farnetti [part-time], Velli, Colandrea, Bonincontro; C5: Gianni Orioli). Gianni Orioli ribadisce la sua decisione di andare in pensione a partire dall’1 gennaio prossimo.

18 marzo 2002
Miglio, Presidente; Capitani, Inglese, consiglieri.Si giustifica Leonardi. È scomparso Giovanni Tabacco. Segr. Colandrea.

20 luglio 2002
Miglio, Presidente; Capitani e Inglese, consiglieri. Si giustifica Leonardi. Segr. Ilaria Bonincontro.

25 ottobre 2002
Miglio, Presidente; Inglese, Leonardi, consiglieri. Si giustifica Capitani. Segr. Bonincontro.

17 dicembre 2002
Miglio, Presidente; Inglese, consigliere. Si giustificano Leonardi e Capitani. Segr. Cristina Farnetti.

16 maggio 2003
Miglio, Presidente; Capitani, Leonardi, Inglese, consiglieri. Segr. Colandrea.

28 agosto 2003
Miglio, Presidente; Capitani e Inglese, consiglieri. Si giustificano Leonardi e Franco Cardini nominato al posto di Giovanni Tabacco. Segr. Colandrea. Si chiede il parere di un giurista circa la decisione presa dal Ministero dell’Università di addossare all’Istituto gli oneri relativi ai comandati alla Scuola Nazionale di studi medievali.

16 gennario 2004
Miglio, Presidente; Capitani, Cardini, Inglese, consiglieri. Si giustifica Leonardi. Segr. Colandrea. Si dibatte il problema della Scuola Nazionale di studi medievali, la cui scomparsa pare imminente, in quanto l’Istituto non si può assumere gli oneri finanziari dei comandati.

18 marzo 2004
Miglio, Presidente; Cardini, Inglese, Leonardi, consiglieri. Si giustifica Capitani. Segr. Colandrea.