Immagine non disponibile

La norma e la memoria. Studi per Augusto Vasina

Anno: 2004

Numero Collana: 67

a cura di T. Lazzari - L. Mascanzoni - R. Rinaldi, pp. 749
Prezzo 76,50 Aggiungi al carrello

La norma e la memoria. Studi per Augusto Vasina

Indice Sommario Presentazione

Indice Sommario
Per Augusto Vasina V
MASSIMO MONTANARI, Vent’anni di ricerche del gruppo “Economia, società e territorio” 1
Territori  
PAOLA GALETTI, Edilizia residenziale in Romagna in età tardoantica e altomedievale: il caso di Rimini 9
SAURO GELICHI - MAURO LIBRENTI, Alle origini di una grande proprietà monastica: il territorio nonantolano tra Antichità e Alto Medioevo 25
CARLO DOLCINI, L’enigma della pieve di Monte Leucade e di Monte Lucati (sec. VIII-X) nel territorio cesenate 43
GIANFRANCO PASQUALI, Circoscrizioni plebane, attività agricole e popolamento rurale nelle campagne ravennati tra Duecento e Trecento 51
PAOLO PIRILLO, La “sottile linea grigia”. La montagna di Monte Beni e il confine appenninico tra Bologna e Firenze (secc. XII-XIV) 69
MARINELLA ZANARINI, Il recupero delle terre marginali. Note sulle campagne bolognesi del Quattrocento 91
Culture  
GIUSEPPE ALBERTONI, Cassianus primus episcopus. San Cassiano di Imola, primo vescovo di Sabina, tra leggenda agiografica e dispute storiografiche 115
BRUNO ANDREOLLI, La terminologia del viaggio nei lessici latini dell’Italia medievale 139
ROSSELLA RINALDI, Sul filo della memoria erudita e storiografica: Tedaldo di Canossa a Ferrara 159 159
GIOVANNI FEO, ‘Notariati’ bolognesi del secolo XIII tra Salatiele e Rolandino. Appunti di diplomatica 195
GABRIELE ZANELLA, Note all’edizione Hankey della Compilatio Chronologica di Riccobaldo 213
GIORGIO MONTECCHI, I primi statuti a stampa: le procedure tipografiche di un genere editoriale aperto 269
ANDREA PADOVANI, Ugo Boncompagni e lo Studio di Bologna nei primi decenni del Cinquecento 295
PIERPAOLO BONACINI, Gli statuti medievali alle radici della storia patria. Il caso modenese nella seconda metà dell’Ottocento 307
SERGIO DI NOTO MARRELLA, L’asilo dal diritto interno al diritto internazionale: brevi note 343
Poteri 97
GIUSEPPE RABOTTI, La collegiata di S. Giovanni in Persiceto in una sentenza di Celestino III (AARA, Per. 10107) 353
LORENZO PAOLINI, Geografia ereticale: il radicamento cataro nella pianura padana a metà del XIII secolo 369
TIZIANA LAZZARI, Esportare la democrazia? Il governo bolognese a Imola (1248-1274) e la creazione del “popolo” 399
VALERIA BRAIDI, Il braccio armato del popolo bolognese: l’arte dei beccai e i suoi statuti (secc. XII-XV) 441
MARIA GIUSEPPINA MUZZARELLI, “Quanto a l’onor, che si merca per conto delle vesti, ti dico che…”. Onore, fama e leggi suntuarie in Emilia e Romagna dal XIII al XVI secolo 471
ANTONELLA CAMPANINI, L’applicazione delle leggi suntuarie. Riflessioni sugli albori del caso bolognese 493
MASSIMO GIANSANTE, Politica in miniatura. Nicolò di Giacomo e la restaurazione comunale bolognese del 1376 513
ENRICO ANGIOLINI, Per una statutaria malatestiana 549
ROBERTO GRECI, Notizie sul commercio parmense del tardo medioevo: il carteggio datiniano 569 148
LEARDO MASCANZONI, La battaglia di Zagonara (28 luglio 1424) 595
GHERARDO ORTALLI, La regola del gioco. Azzardo e battagliola in una piccola comunità di Romagna (Longiano, 1448) 651
ANNA LAURA TROMBETTI BUDRIESI, Alessandro VI e i Bentivoglio: Bologna, una conquista differita 661
Indici (a cura di Emanuela Garimberti)  
Indice dei nomi 693
Indice dei luoghi 733
Indice delle fonti edite nel volume 745

 

Presentazione

Il volume offre ad Augusto Vasina una raccolta di studi che ripropone problemi e tematiche sulla traccia del suo magistero umano e scientifico. Partecipano a questa iniziativa ventotto studiosi che negli ultimi due decenni hanno collaborato all’attività di ricerca e di studio connessa al gruppo «Società, Economia, Territorio» del Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell’Università degli studi di Bologna coordinato dallo stesso Augusto Vasina. Il volume che si apre con il contributo di Massimo Montanari centrato sullo sviluppo e la produzione scientifica negli anni del gruppo di ricerca, si articola in tre sezioni, Territori, Culture, Poteri. La prima offre un articolato quadro di analisi focalizzato sull’area emiliana e romagnola - con una necessaria e significativa estensione al contado fiorentino (Romagna Toscana) - che segue percorsi distinti ma ben integrati fra loro: l’assetto insediativo ed economico, le maglie dell’organizzazione ecclesiastica delle campagne, complesse realtà confinarie. Culture riunisce una serie di interventi caratterizzati con decisione da un nucleo consistente di indagini di taglio giuridico, affiancato da puntuali riflessioni sul lessico e sulle tradizioni storiografiche e narrative. Nella sezione Poteri si profila una forte linea tematica connessa alla produzione statutaria e al concreto funzionamento delle istituzioni urbane oltre che di realtà comitatine particolarmente vivaci nel recepire impulsi e modelli sperimentati nelle città.