Immagine non disponibile

Biblioteca

Il personale della biblioteca è costituito da:
Anna Maria Velli, Responsabile
Federica Pacelli, catalogazione e assistenza in sala
Francesca Cirilli, catalogazione, servizio di riproduzione e assistenza in sala

Orari:
lunedì, martedì e mercoledì: orario continuato 8.30 – 18.30
giovedì e venerdì: 8.30 – 14.00
Chiusura estiva: agosto

Accesso alla consultazione e ai servizi
La Biblioteca dell'Istituto storico  è aperta a tutti gli studiosi italiani e stranieri e agli studenti universitari in grado di produrre un documento che attesti la propria attività.


 

Una sala della biblioteca ISIME
Patrimonio

La biblioteca dell'Istituto storico si è formata quale supporto ai lavori istituzionali di edizione delle fonti e, nel tempo, quale risultato dei rapporti di scambio e collaborazione con le Deputazioni di storia patria e con i principali istituti scientifici stranieri in Roma e all'estero. Il patrimonio librario, comprendente circa 100.000 volumi, abbraccia oltre al tema centrale delle fonti, i molteplici aspetti della storia e della cultura medievale. 


Opere generali

A partire dall'opera di Ludovico Antonio Muratori, dalle Antiquitates Italicae Medii Aevi ai Rerum Italicarum Scriptores, la cui seconda edizione riveduta, ampliata e corretta sotto la direzione di Giosuè Carducci, è strettamente legata alle vicende dell'Istituto stesso, la Biblioteca offre buona parte delle raccolte di maggiore riferimento per la ricerca, come la Patrologia Latina e Graeca del Migne, gli Annales Ecclesiastici del Baronio, le opere di Mabillon, del Wadding, del Mansi e del Pertz, gli Acta Sanctorum, il Corpus statutorum Italicorum, la Bibliothèque des Écoles Francaises d'Athènes et de Rome, ecc. alle quali si affiancano opere di consultazione generale, come il Dictionnaire de Spiritualité, il Dictionnaire d’histoire et de géographie ecclésiastique, la Theologische Realenzyklopaedie, il Verfasserlexicon, l’Enciclopedia Italiana, l’Enciclopedia dantesca, l’Enciclopedia dei Papi, il Dizionario Biografico degli Italiani; la maggior parte degli strumenti lessicografici, tra cui, oltre al Thesaurus Linguae Latinae, il Lexikon des Mittelalters, il Lexicon Latinitatis Nederlandicae Medii Aevi, il Dictionary of Medieval Latin from British Sources e, naturalmente, il Latinitatis Italicae Medii Aevi Lexicon imperfectum; nonché le collezioni fondamentali per gli studi medievistici, a partire dalla Continuatio Mediaevalis del Corpus Christianorum, i Monumenta Rerum Britannicarum, le diverse sottocollezioni dei Monumenta Germaniae Historica e della Fondazione del Centro italiano di studi sull’Alto Medioevo per un totale di circa 280 testate, buona parte delle quali attive ed aggiornate.


Periodici

Il fondo dei periodici italiani raccoglie la maggior parte delle riviste pubblicate dalle Deputazioni e Società di Storia Patria, dai Dipartimenti universitari, gli Istituti e le Associazioni interessati alle discipline medievistiche, per un totale di circa 250 testate; le ulteriori 128 testate provenienti da cambi con istituzioni straniere sono il frutto dei rapporti di antica data intrecciati dall’Istituto soprattutto grazie alla collaborazione internazionale incentrata attorno alla pubblicazione del Repertorium Fontium Historiae Medii Aevi, e costituiscono, in molti casi, un unicum nelle biblioteche romane.


Estratti e fondi particolari


Molti sono i volumi e gli estratti che la Biblioteca ha ricevuto in omaggio nel corso degli anni dagli studiosi che in essa hanno trovato supporto alle proprie ricerche; accanto agli oltre 8.000 estratti raccolti in miscellanee, costituiscono dei nuclei a se stanti e di particolare interesse le Miscellanee Morghen, Miglio ed il piccolo ma nutrito Fondo Giuristi. Infine, pur non essendo finalizzata alla conservazione, la Biblioteca dell’Istituto vanta un Fondo antico costituito da 33 Cinquecentine e da 14 Manoscritti. I manoscritti sono stati descritti nell'articolo Il fondo manoscritto dell'Istituto storico italiano per il medio evo apparso nel numero 115 (2013) del «Bullettino dell'Istituto storico italiano per il medio evo» e scaricabile dal catalogo delle nostre "Edizioni elettroniche". 


Edizioni multimediali

Sono inoltre disponibili per l’utenza che ne faccia richiesta all’ufficio della Biblioteca le seguenti base dati pubblicate dalla Brepols Publishers:

In principio CD Rom: oltre un milione di testi e manoscritti dell’antichità e del medioevo raccolti nelle base dati dell’Institut de Recherches et d'Histoire des Textes di Parigi, dell’Hill Monastic Manuscrpt Library (Collegeville, MN, USA) e della Bibliothèque Nationale de France di Parigi.

Ut per litteras apostolicas – Papal Letters: edizione in formato elettronico dei 32 volumi dei Registres et Lettres des Papes du XIIIe siècle e dei 48 volumi dei Registres et Lettres des Papes du XIVe siècles.