Skip to content Skip to footer
-15%

De vita ac gestis Nicolai quinti summi pontificis

42,50

edizione critica e traduzione a cura di A. Modigliani, pp. XCIII-270

15 disponibili

COD: 88-89190-10-8 Categoria: Product ID: 5188

Descrizione

iannotii manetti De vita ac gestis Nicolai quinti summi pontificis, a cura di Anna Modigliani

Indice Sommario Presentazione Il curatore

Indice Sommario

Introduzione VII
Costruzione di un mito VII
Giannozzo Manetti: una nota biografica XXVIII
La composizione dell’opera e le fonti utilizzate XXXVIII
Il testamento di Niccolò V L
La tradizione manoscritta LXI
Descrizione dei codici e delle edizioni a stampa LXII
I manoscritti del sec. XV LXII
I manoscritti dei secc. XVI-XVIII LXVII
I manoscritti che contengono soltanto una parte dell’opera LXX
Il manoscritto che contiene il testamento di Niccolò V LXXII
L’edizione muratoriana e gli studi successivi LXXIII
Nota al testo LXXIII
Lo stemma codicum XCIII
Abbreviazioni e sigle XCV
Giannozzo Manetti, De vita ac gestis Nicolai quinti summi pontificis 1
– Prefatio ad A. cardinalem Hilerdensem et ad Ioannem Cosme filium in libris de vita ac gestis Nicolai quinti summi pontificis 3
– Liber primus de vita ac moribus Nicolai quinti summi pontificis 5
– Liber secundus de gestis Nicolai quinti summi pontificis 41
– Liber tertius de testamento Nicolai V summi pontificis pridie quam moreretur 115
Traduzione italiana 145
– Prefazione 147
– Libro primo 149
– Libro secondo 171
– Libro terzo 207
Appendice (testamento di Niccolò V dal codice Ricc. 914) 227
Indice delle fonti manoscritte 233
Bibliografia di riferimento 237
Indice dei nomi 257

Presentazione

La Vita di Niccolò V è un testo molto frequentato dalla letteratura storiografica sul papato quattrocentesco, di interesse storico, architettonico, artistico, simbolico e religioso. La biografia di Giannozzo Manetti esce ora in edizione critica, con un’ampia introduzione, un ricco apparato di note e una traduzione italiana. Attraverso quest’opera Manetti costruisce il mito di un papa santo e di un pontificato coronato da pieno successo: nella politica interna ed estera, nel mecenatismo culturale e architettonico (si ricordi soltanto la polemica sull’attribuzione a Leon Battista Alberti del progetto del Borgo di S. Pietro). La realtà era invece differente e più problematica, ed è proprio su questo contrasto tra mito e realtà, sulla genesi dell’opera e la sua committenza, sui silenzi e sulle falsificazioni ideologiche che si è soffermata l’attenzione dell’introduzione e delle note.

Il curatore

Anna Modgiliani è docente di Storia delle città e degli insediamenti medievali presso l’Università degli Studi della Tuscia. La sua attività di ricerca si è svolta intorno alla storia politica, economica e sociale di Roma fra Trecento e Quattrocento. Ha pubblicato alcuni libri sulla famiglia romana dei Porcari, sui mercati e sul commercio romano, su Cola di Rienzo e gli Statuti del comune popolare di Roma.